Il team di Coach Carboni affronta Parma in casa tra corsi e ricorsi storici; in gioco c’è la Serie A

ROMA, 2 MAGGIO 2023 – Una finale che può scrivere la storia. Perfino per la squadra più blasonata di sempre, il Santa Lucia Roma, che con il coraggio dell’instancabile Presidente Mohamed Sanna Ali ha guadagnato metro dopo metro i playoff 2022/2023 e intravede il sogno di tornare da eroi nel campionato maggiore.

E dire che il Santa Lucia Basket in serie A ci sarebbe stato già di diritto, se non fosse stata per la sofferta quanto necessaria rinuncia del Presidente Sanna nella stagione 2021/2022 a parteciparvi. Le ragioni? Le più ovvie quanto amare: il sostentamento finanziario (la Società, ricordiamo, nel 2016 fu donata dal compianto presidente Luigi Amadio ai suoi stessi giocatori, che da allora curano l’intera gestione organizzativa e sportiva) e la carenza, a partire dal 2018, di un impianto pienamente accessibile in cui disputare gli allenamenti e le partite necessari per affrontare il campionato più alto.
Ma del Santa Lucia Basket Roma aveva bisogno: a chiederlo erano ragazze e ragazzi con disabilità innamorati dei colori gialloblu, famiglie, supporters di tutte le età e di tutta la città e i tanti volontari che in questi anni hanno messo a disposizione tempo e competenze per aiutare la Società a proseguire nella propria missione sociale e sportiva.

Sono i motivi per i quali Sanna sceglie di confermare la partecipazione al campionato di Serie B, vestendo transitoriamente anche i panni di allenatore, oltre che quelli di playmaker e Presidente, appoggiandosi alla struttura del Pala Reny, a via Pasquariello.

Il resto è cronaca. Dal 2022 in panchina torna un monumento dello sport capitolino, il Maestro Alvaro Carboni, affiancato dal campione Cristian Ceracchi.
Sanna è ancora in campo insieme a un team che ha mostrato grinta e voglia di crescere durante la regular season, ha superato Rimini alle semifinali e questo sabato 6 maggio si gioca uno dei due o tre scontri (si passa infatti con il miglior risultato su tre partite) che valgono il sogno.

Appuntamento – da non perdere – sabato 6 maggio alle ore 17 al Pala Reny, via Gennaro Pasquariello 27 (Bufalotta/Serpentara). Ingresso libero.

(photo credit: Patrizia Tocci)